Riez MirRiez Mir

Riez

In pieno centro della piana di Valensole, Riez è costruito a fianco della collina Saint-Maxime che sovrasta la confluenza di tre valli. Esse sono state usate come vie di comunicazione sin dall’alto impero romano. Al crocevia di strade che provengono da Aix e da Fréjus, l’imperatore Augusto fonda la colonia di diritto latino: Colonia Julia Augusta Reiorum Appolinaris.

Quattro colonne di granito monolito sovrastate da un’architrave scolpita, costituiscono i resti di un tempio edificato nel I secolo d.C. Sulle rovine delle terme romane, un battistero e una cattedrale sono state costruite durante il V secolo. Il battistero resta uno dei rari edifici paleocristiani di Provenza. La funzione di vescovado fa diventare Riez una città importante all’epoca.

Riez Mir

Nel XIV secolo, la città è circondata da fortificazioni costruite con materiali locali: ciottoli e sabbia di fiume, fortificazioni che si possono ancora adesso ammirare, soprattutto le due porte dalle quali si accede al centro storico (Porte Sanson e Ayguière) nonché la Torre d’angolo (Torre dell’orologio).

All’interno del borgo antico, la Grand’rue è intrisa di un’atmosfera medievale con le sue viuzze strette che comunicano tra loro tramite gli « andrones » (passaggi coperti sotto le case), e con gli antichi palazzi privati dell’epoca rinascimentale, da vedere soprattutto l’Hôtel de Mazan.

Riez ©Philippe Leroux

Con la scomparsa del vescovado durante la rivoluzione francese, Riez perde la sua importanza. Oggi gli artigiani d’arte, i vasai, quelli che lavorano la maiolica, i commercianti fanno perdurare la tradizione mercantile di questa città ricca di storia.

I prodotti locali: tartufi, miele, olio di oliva, cacciagione, essenza di lavandina sono messi in evidenza e sono oggetto di numerose animazioni festive. Attraverso visite commentate potrete scoprire la diversità e la ricchezza del passato di Riez.

Curiosità architettoniche e naturali Riez

  • Antichità romane e d’epoca paleocristiana: le quattro colonne (facciata di un tempio del I secolo);
  • Il battistero del V secolo;
  • Le vestigia della cattedrale primitiva;
  • Le fortificazioni medievali e le loro due porte, piazze e facciate (XVI e XVII secolo);
  • L’Hôtel de Mazan con la sua scalinata risalente al 1523 adornata da motivi in gesso;
  • Cappella del XVII secolo sulla collina di Saint-Maxime con un bel belvedere sul borgo e la valle.

Riez ©Mir

Manifestaziones

  • Festa della transumanza, terza domenica di giugno;
  • Festa del grano, prima domenica di agosto;
  • Festa del patrimonio, terza domenica di settembre;
  • Mercato tradizionale, mercoledì e sabato mattina, tutto l’anno;
  • Mercato dei tartufi, mercoledì mattina, da novembre a marzo;

Riez ©Philippe Leroux

Per saperne di più

Ufficio del turismo di Riez : www.ville-riez.fr

Parc Naturel Régional du Verdon : www.parcduverdon.fr

Pin It on Pinterest