Colmars-les-Alpes

Colmars-les-Alpes

Paese di montagna che confina con le acque tumultuose del Verdon, Colmars-les-Alpes è caratterizzato soprattutto dalla bella architettura militare classica dei suoi edifici. Essa è dovuta al ruolo primordiale che la cittadina ha rivestito nel sistema difensivo francese all’epoca in cui la frontiera era a due passi dal paese.

Nel Medioevo, Colmars-les-Alpes è una comunità prospera che gode di uno statuto di franchigia comunale. L’industria tessile che farà la fama dell’alta valle del Verdon sino alla fine del XIX secolo è fiorente. La lana viene fornita dai numerosi greggi ovini che frequentano i pascoli provenienti dalla Bassa Provenza percorrendo i « drailles » (sentieri) della transumanza.

Nel 1388, Allos e Barcelonnette passano alla Savoia e Colmars-les-Alpes diventa così una cittadina di frontiera. All’epoca era protetta da un primo muro di cinta medievale di cui Francesco I, durante le sue guerre contro Carlo Quinto, ne migliorerà il sistema difensivo.

È soprattutto alla fine del XIV secolo che Colmars-les-Alpes sarà provvista di un insieme di fortificazioni più sviluppato che le darà il suo attuale aspetto. L’epoca era allora molto insicura. Con l’adesione di Vittorio Amedeo alla casa d’Ausburgo nel 1690, è proclamata la guerra tra la Francia e la Savoia.

Luigi XIV incarica Vauban di studiare un sistema di difesa che rinforzi la frontiera. A Colmars-les-Alpes, venne data la precedenza alla costruzione di due ridotte destinate a sorvegliare i ponti: a sud una semplice ridotta con base quadrata, il Forte di Francia e a nord il Forte di Savoia molto più vasto.

Le mura di cinta di Colmars-les-Alpes, subiranno trasformazioni intorno al 1691 – 1692 (con la costruzione delle roccaforti), ma non ci saranno altri cambiamenti dal XVIII secolo in poi. All’interno delle mura di cinta, la polveriera, la piazza d’armi, i resti di torri merlettate, restano testimonianze del passato militare di Colmars-les-Alpes.

La vita tuttavia non si riassumeva solo alla difesa delle frontiere: sin dal Medioevo, tutto un popolo di contadini, di pastori, di artigiani e di commercianti vivevano all’interno della mura, segnando con le loro attività quotidiane l’architettura della cittadina: composta da case a piani (tre o quattro), tetti di tegole di legno di larice, stradine selciate con pietre provenienti dal Verdon.

Oggi Colmars-les-Alpes è una cittadina turistica che accoglie d’estate ed d’inverno gli appassionati della montagna e della natura.

Colmars-les-AlpesL’intensa vita religiosa della cittadina ha lasciato anch’essa numerose tracce di grande interesse: il grazioso campanile in ferro battuto della Cappella Notre Dame des Grâces, che sovrasta una guglia di tegole smaltate che ci ricorda che Colmars-les-Alpes, villaggio di montagna, appartiene davvero alla Provenza.

Curiosità architettoniche e naturali

  • Colmars-les-AlpesBastioni della città: visita della Maison musée du Chemin de Ronde (Casa museo del Cammino di ronda) tutti i giorni d’estate tranne martedì e venerdì mattina e durante le vacanze scolastiche. Visita commentata del forte di Savoia i lunedì e sabato a luglio ed agosto, su appuntamento gli altri mesi, per i gruppi;
    http://www.haut-verdon-maison-musee.com/ (en francese)
  • Fort de France: chiesa Saint-Martin (retabli del XVII secolo), Cappella Saint-Joseph;
  • Il percorso « La mémoire des rues » costituito di pannelli di lava smaltati rivela la ricchezza delle tradizioni e degli usi;
  • La Cascade de la Lance è un sito naturale classificato. Numerose escursioni possibili in pieno centro del Parco nazionale del Mercantour e nella zona di adesione limitrofa. Luogo di attività in piena natura a Ratery (Mountain bike, sci di fondo, racchette);
  • Il sentiero di interpretazione « sur les traces du soldat Carlon -sulle tracce del soldato Carlon », che inizia dall’ufficio del turismo, permette di scoprire il patrimonio architettonico e ambientale di Colmars-les-Alpes. 1 ora e 45 minuti di cammino.

Manifestaziones Colmars-les-Alpes

  • Festa patronale di San Giovanni Battista il 23, 24 e 25 giugno;
  • Festa medievale la seconda domenica di agosto e il sabato che precede;
  • Festival del libro il secondo fine settimana di settembre;
  • Les escapades d’automne (le digressioni d’autunno) il primo fine settimana delle vacanze di Ognissanti;

Contatto Colmars-les-Alpes

Ufficio del turismo di Colmars-les-Alpes
www.colmarslesalpes-verdontourisme.com/ (in francese)